http://alicepiemonte.it
Accedi / Registrati
Video Thumbnail 000401 Ictus: prevenzione, rischi e terapie
Video Thumbnail 000412 Stroke
Video Thumbnail 000828 High Cholesterol
Video Thumbnail 000649 High Blood Pressure
Alice Piemonte ONLUS Via Giolitti 21 - 10123 Torino___________ CF 07777370011 © 1999 - 2017 Tutti i diritti riservati+39-011.8138710michele.sinesi@px-pixel.it
DIVERSI GRADI DI SEVERITA’ DELL’ICTUS

Nella valutazione del paziente affetto da ictus è importante tenere conto non solo del tipo dei sintomi ma anche della gravità complessiva della compromissione neurologica e della incapacità, che ne deriva, a svolgere attività (disabilità) e a mantenere un ruolo sociale (handicap). Infine va considerata l’influenza della malattia sulla qualità della vita. Nella fase precoce, in cui è importante accorgersi di piccole variazioni nel quadro clinico per orientare meglio la terapia, vengono utilizzate delle scale di compromissione neurologica, quale per esempio la Scandinavia Stroke Scale (SSS). Questa scala da un punteggio complessivo da 0 a 58 tenendo conto di 10 parametri: coscienza, orientamento, linguaggio, movimenti degli occhi, paresi facciale, deambulazione, forza dell’arto superiore, forza della mano, forza dell’arto inferiore. Nella fase successiva, in cui il quadro neurologico si è stabilizzato, diventa più importante l’impiego di scale di disabilità e handicap, che consentono di valutare le necessita assistenziali del paziente. Molto utilizzata per la sua semplicità è la scala di disabilità di Rankin, che distingue 5 gradi di disabilità:

  • Nessuna significativa disabilità nonostante i sintomi
  • Lieve disabilità, intesa come incapacità a svolgere tutte le precedenti attività, ma con possibilità di continuare a svolgere la propria vita sociale in modo autonomo
  • Moderata disabilità, intesa come perdita della completa autonomia, con possibilità di camminare senza assistenza
  • Disabilità moderatamente grave, intesa come incapacità a camminare e a provvedere alle attività della vita quotidiana in modo autonomo
  • Disabilità grave intesa come impossibilità di abbandonare il letto con necessità di assistenza continuativa.

La Oxford Handicap Scale distingue 5 gradi di handicap:

  • Sintomi minori che non interferiscono con lo stile di vita
  • Handicap minore: qualche limitazione nello stile di vita, ma conservazione di piena autonomia
  • Handicap moderato: significativa limitazione dello stile di vita e perdita della completa autonomia
  • Handicap moderatamente severo: impossibilità di vita indipendente senza necessità di assistenza continuativa
  • Handicap severo: totale dipendenza con necessità di assistenza continuativa
COMPORTAMENTO DA SEGUIRE IN CASO DI ICTUS

BISOGNA CHIAMARE IMMEDIATAMENTE IL 118 per il trasporto celere in un ospedale attrezzato per il trattamento della fase acuta dell’ictus. Il fattore tempo è molto importante (Il tempo è cervello – Time is brain). 
Non bisogna aspettare nella speranza che i sintomi si risolvano da soli. 
Non bisogna chiamare il medico di base. 
Non bisogna recarsi in ospedale da soli, perché ci si potrebbe rivolgere ad un ospedale non specifico per questo tipo di patologia.